Cerca
  • QBMusica

Miki: la musica ai tempi di TikTok

Miki, giovanissimo artista che sta muovendo i primi passi nel mondo della musica, dopo varie avventure come opening-act per svariati artisti italiani, è pronto a prendere piede nel mercato con una musica adatta ad un pubblico di giovani e giovanissimi. Senza dubbio nella partenza della sua carriera i social stanno svolgendo un ruolo importante. Gli abbiamo fatto qualche domanda per conoscerlo meglio, vediamo cosa ci ha raccontato.


Per iniziare, chi è Miki? Parlaci un po’ di te.

Miki è un semplice ragazzo con nel cassetto un grandissimo sogno da realizzare, quello di far arrivare nel cuore di tutti la sua musica.

La musica è sempre stata una mia passione fin da piccolo, ricordo ancora quando strimpellavo la pianola e scrivevo le mie prime canzoni, che poi puntualmente stracciavo perché nel rileggerle mi sembravano ancora banali ed immature. Col tempo ovviamente si cresce e così anche la musica è evoluta con me, ho imparato a scrivere delle vere e proprie Canzoni con la C maiuscola e, sebbene siano ancora imperfette perché interamente prodotte da me, mi hanno permesso comunque di conquistare il cuore e la fiducia di molte persone, le quali mi hanno affidato poi il compito e soprattutto la responsabilità di fare da opening a grossi eventi.


Il tuo nuovo singolo è Baila, raccontacelo. Sì, il mio nuovo singolo estivo si chiama “Baila”ed è interamente prodotto ed arrangiato da me. La voglia di cantarla e di presentarvela sui palchi è troppa ma per questa situazione purtroppo non sarà possibile.

Per quanto riguarda il singolo, racconta di una storia d’amore ambientata in una calda estate post lockdown. Appena online è già diventata virale tra i ragazzini e le ragazzine che, grazie ai social come il nuovissimo “TikTok”, hanno permesso di farla conoscere.


Nel tuo curriculum compaiono palchi calpestati come opening act di alcuni tra i cantanti italiani più celebri. Che sensazioni hai provato? C’è una serata che hai nel cuore più delle altre?

È una soddisfazione pazzesca, come tutti ho iniziato dai piano bar e karaoke, ricordo ancora le prime volte in cui salivo su quei palchetti, ero un disastro, impacciato, insicurissimo, ma per fortuna queste occasioni hanno permesso gradualmente di prepararmi poi a quelle che sono state le mie esperienze più importanti.

Non mi sarei mai aspettato di fare da opening ad artisti importanti, è una grande responsabilità e nonostante prima di salire sul palco mi tremino ancora le gambe, una volta lì con tutta quella gente che ti guarda, ti sale una scarica di adrenalina pazzesca e non puoi fare altro che andare avanti e cominciare lo show.


Le tue canzoni sono popolari tra i ragazzi, in particolare pensiamo al fenomeno TikTok e al successo che stai avendo su quella piattaforma, cosa ne pensi?

Penso che come la musica negli anni si è evoluta, così anche i modi per per diffonderla l'hanno fatto nel tempo; ad esempio prima per farsi notare bisognava mandare delle Demo alle etichette o tempestare la città di manifesti; oggi invece con YouTube, Instagram ed anche con il nuovissimo TikTok, è tutto molto più facile.

Sembra assurdo, ma mi è bastato semplicemente pubblicare un simpaticissimo video con la mia canzone e nel giro di poco è diventato virale tra i ragazzi che riutilizzavano la mia canzone per un loro video, pazzesco!


Per quanto riguarda i progetti futuri, puoi farci qualche spoiler?

Progetti futuri.. beh innanzitutto spero che questa situazione si risolva al meglio, non vedo l’ora di cantare sui palchi, per il resto no spoiler. Sicuramente usciranno tanti altri brani, featuring ecc.. ogni giorno sono sempre a lavoro per portare qualcosa di originale!


Per concludere, una domanda di rito: qual è l’augurio che fai a te stesso e alla tua musica? Mi auguro di riuscire a scalare questa enorme “montagna” per emergere; mi auguro di riuscire sempre a conquistare la gente con la mia musica e mi auguro ovviamente di tornare da voi in futuro per raccontarvelo.