Cerca
  • QBMusica

XFactor: la conferenza stampa del via ai Live 2021


Giovedì 28 ottobre, alle 21:15 si apriranno i Live di XFactor su Sky e in streaming su Now TV. Baltimora, Versailles, Karakaz, Fellow, Nika Paris, Westfalia, Vale LP, Le Endrigo, Gianmaria, Erio, Bengala Fire e Mutonia sono gli artisti che prenderanno parte a questa edizione del talent show, accanto ai giudici Hell Raton, Emma, Manuel Agnelli e Mika; alla conduzione c’è Ludovico Tersigni, a cui ha passato il testimone Alessandro Cattelan.


La sfida di quest’anno per il programma è senza dubbio la ripartenza dopo un anno strano che ha privato di molto; dal punto di vista organizzativo è tutto complesso, con molti controlli.


La finale si terrà al Forum di Assago, con i Coldplay come ospiti internazionali. Carmen Consoli sarà ospite della prima puntata dei Live. Nella prima puntata i ragazzi in gara porteranno i loro inediti e dalla mezzanotte uscirà Xfactor Mixtape Vol. 2, inoltre i brani saranno in alta rotazione su RTL 102.5.

Paola di Benedetto condurrà Hot Factor, il commento a caldo post-live, si tratta di un segmento piccolo ma davvero caldo.


Il cast è eterogeneo, la musica è rappresentata nella sua quasi totalità, c’è centralità della scrittura, contemporaneità nel sound e nella produzione. L’abolizione delle categorie rende tutto più naturale e meno impacchettato, anche per i giudici che ci mettono la faccia. L’abolizione delle celeberrime categorie ha portato anche alla creazione di innumerevoli polemiche: nel cast sono presenti solo due donne. Emma sostiene che in generale nel mondo le donne devono combattere il doppio rispetto agli uomini per affermare la loro esistenza. Con l’abolizione delle categorie è stata data la possibilità di guardare al futuro, le scelte fatte sono state scollegate al sesso di appartenenza. Il talento non discrimina. Fin quando ci sarà la definizione “quote rosa” le donne saranno viste come l’anello debole della società.

Emma cerca sempre la personalità e una buona penna, poi per perfezionare il live è necessario fare esperienza. Ci deve essere consapevolezza di quello che si vuole essere, non di quello che si vuole fare.


Hell Raton porta avanti l’idea della necessità di un confronto alla base. I ragazzi nella sua squadra hanno la possibilità di lavorare con il team che orbita intorno a Machete. Ci sono quote diverse e questo rende il gioco stimolante e creativo.


Manuel è alla quinta partecipazione da giudice vuole fare un racconto musicale. La trasmissione è capace di raccontare in modo vivo, coinvolgere le persone. Il suo punto di riferimento è il talento, poi sceglie persone che lo aiutino a fare il racconto musicale che vuole fare. L’obiettivo di Manuel è di aiutare i talenti ad arricchirsi di elementi che faranno crescere ciò che alla base è già presente.


Mika propone un Roster internazionale, c’è una commistione italiano-inglese-francese. C’è la dimostrazione che il pop è espressione di libertà, senza confini. L’obiettivo è porsi al servizio dell’emozione, perché la memoria di uno spettatore non è formata solo da memoria visuale, ma anche da quella emotiva.