Cerca
  • Andrea

LA MORTE DELL’ARTIGIANATO?


Da sempre l’Italia è famosa per le sue menti creative ma anche per gli innumerevoli artigiani esperti nei più svariati campi: dalla moda all’arte passando per l’oreficeria e qualsivoglia altro mestiere che prevede l’uso delle mani.

L’artigianato italiano è tra i più richiesti e imitati al mondo, oggi i “nuovi ricchi” richiedono menti e mani italiane per progettare le loro case, disegnare i loro vestiti, ecc… e sempre più esperti nel settore e giovani talenti decidono di trasferirsi in paesi esteri in via di sviluppo, dove poter sfoggiare il proprio talento artistico/artigiano.

Giungiamo quindi al punto fondamentale: in Italia il potere dell’artigianato è sfruttato e valorizzato al massimo per dare la possibilità ai giovani con mente creativa di farsi conoscere e lavorare nel proprio paese?

Potrebbero essere generate delle iniziative, sfruttando anche le nuove tecnologie e le piattaforme social, degli eventi o incontri in cui esperti del settore e esperti in marketing possano dare consigli per l’inizio di una nuova attività, e in cui esposizioni settorializzate delle nuove idee diano la possibilità ai giovani di farsi conoscere con il proprio lavoro.

La fiera dell’artigianato di Firenze ad esempio è un importante vetrina che mette in mostra ogni anno le nuove tendenze in campo artigianale e artistico.

Come accennato sopra però, forse le operative e le istituzioni direttamente dovrebbero far nascere nelle città luoghi di aggregazione e confronto giornaliero per i ragazzi che vogliono esporsi in questo mondo ma che non hanno la possibilità di accedere ai grandi eventi.

Quindi se stai leggendo e sei un artigiano che vuole farsi sentire, non fuggire alla prima occasione ma rimani in Italia e combatti per farti valere e conoscere nella tua terra!

#artigianato #italia