Cerca
  • QBMusica

Damiano: è tutta "Colpa della verità"


Colpa della verità" è il brano d'esordio di Damiano, giovane artista avvicinatosi al cantautorato dopo anni di carriera nel ballo e nella recitazione.

Spinto dal bisogno di divulgare la sua arte e le sue parole, intraprende la carriera come cantante solista, lo abbiamo intervistato per voi, continuate a leggere per scoprire cosa ci ha raccontato.


Ciao Damiano e benvenuto su QB Musica! Per iniziare raccontaci un po’ di te e di come è nata la tua passione per la musica.

Ciao, è un piacere! 

La passione per la musica, è nata con me e ho iniziato ad alimentarla con gli allenamenti all’età di 8 anni con la danza. Il canto lo praticavo a caso con karaoke e i Canta tu vari, poi la vera sfida è iniziata 5 anni fa un po’ per caso.

Spinto dai miei colleghi di lavoro, partecipo ai casting per il musical Romeo&Juliet della scuola PopMusicSchool di Paolo Meneguzzi. Mi sono proposto per le 3 discipline (canto, danza, recitazione) ovviamente non avevo mai preso lezioni di canto, men che meno di

recitazione. Nonostante l’inesperienza venni scelto e mi diedero anche una parte fichissima

(Mercutio).

Fu poi Pablo a spingermi in tutto questo e a credere in me! Così ho preso lezioni. Oggi, dopo 5 anni sono finalmente riuscito a realizzare e a pubblicare il mio primo brano  “COLPA DELLA

VERITÀ”.


Parlando, del singolo appena citato, secondo te quanto è importante essere veritieri in un rapporto interpersonale?

Io credo che sia la base ma molte volte essere veri e veritieri con se stessi e soprattutto con gli altri è difficile per “colpa della verità” prendiamo scelte che ci fanno stare male anche se giuste.


Quali sono gli artisti italiani a cui aspiri e con chi di loro ti piacerebbe collaborare?

Non saprei mi godo il momento e l’esordio, se nasceranno delle collaborazioni sarò contento di condividere a godermele ma non ho un particolare desiderio. Lasciamoci stupire. 


Oltre al canto hai avuto modo di approcciare allo studio di qualche strumento musicale?

Si alla chitarra, ho fatto diversi anni di studio e altrettanti di pausa, negli ultimi due anni la sto

utilizzando molto per creare le mie canzoni. 


Quali sono i prossimi progetti che vorresti realizzare? Hai in mente un disco?

“Colpa della Verità”è il primo di un ep di 6 brani dal titolo “Colpa della Verità”

poi covid permettendo sarebbe bello cantarli dal vivo.


Dalla tua biografia leggiamo anche del tuo amore per la danza. Qual è, secondo te, il fil rouge che la unisce alla musica?

Esatto la danza diciamo che è la sorella che non mai avuto e colei su cui posso sempre

appoggiarmi e dove trovare conforto e rifugio. È il mio passato, insieme al canto e la recitazione il mio presente, e il mio futuro da artista performer.


Hai mai pensato di partecipare ad un talent show televisivo?

Pensato e fatto. Ho partecipato per due anni consecutivi ai casting di X Factor ma senza passare le selezioni e anche ai Casting di Amici di quest' anno.


A tuo parere, quali sono le difficoltà che un cantautore emergente può trovare durante il suo percorso?

Se paragoniamo il cantautore emergente al Surf è come cavalcare le onde con una chitarra al posto della tavola. Quindi bisogna trovare una buona tavola e un onda e mostrare le proprie skills sulle onde. Dico onde perché non possiamo sapere quali siano le onde piu adatte essendo appunto emergenti. 


Per concludere, una domanda di rito. Qual è l’augurio che rivolgi a te e alla tua musica?

Non smettere di lottare per quello in cui credi, e impara a vedere e non solo guardare!

 

Ti ringraziamo per essere stato con noi...e in bocca al lupo!


Arianna D'Ambrogio

Simona Valentini